Bonus manutenzione e riparazione auto: una nuova proposta

manutenzione auto

Nell’articolo precedente si è ampliamente parlato dei fondi stanziati dal Governo Conte bis al fine di motivare l’acquisto di veicoli inseriti nella cosiddetta “fascia verde”. Tuttavia, nonostante tal incentivo, la gran parte degli italiani non può comunque permettersi di comperare un nuovo veicolo ecologico. È quanto sostenuto dall’Osservatorio Autopromotec, che quindi auspica l’arrivo di un nuovo bonus dedicato, coerentemente, alla manutenzione e alla riparazione delle auto.

Di cosa si tratta

La proposta fatta dagli operatori del settore e indirizzata alle Istituzioni consiste nell’inserire le spese di manutenzione e riparazione dell’autovettura ad uso privato tra quelle detraibili nella dichiarazione dei redditi 2022.

L’agevolazione, riconosciuta dallo Stato sul periodo d’imposta 2021, potrebbe essere una somma pari al 50% dell’esborso (ma non superiore ai 500 euro per ogni auto) che verrebbe concessa fino al limite delle risorse disponibili. Per ottenerla il cittadino dovrebbe presentare tutta la documentazione fiscalmente valida (fattura o ricevuta fiscale) e pagare la/le prestazione/i scaricabile/i con modalità tracciabili (POS, bonifico bancario, ecc.).

Tutti i pro

Un sostegno di questo genere avrebbe molteplici e utili finalità, quali:

  • aiutare molte famiglie che, vivendo in un periodo di forte crisi economica (a causa soprattutto del COVID-19), non hanno la possibilità di sostituire il proprio vecchio mezzo di trasporto, almeno ad averne cura;
  • migliorare la sicurezza stradale mantenendo efficienti i veicoli in circolazione;
  • dare ossigeno a centinaia di migliaia di lavoratori occupati nell’assistenza alle auto;
  • contenere le emissioni di CO2, nocive per l’ambiente;
  • limitare il fenomeno dell’evasione fiscale, che danneggia le numerose aziende regolari (ancora in netta maggioranza).

Si spera, dunque, che la risposta che giungerà dai vertici rispetto all’appello dell’Osservatorio Autopromotec sia positiva, riconoscendo all’iniziativa suddetta il suo valore non solo pratico ma anche politico dato che tocca tematiche care all’attuale esecutivo a partire dall’inclusività, passando per la green economy fino ad arrivare alla sicurezza e al controllo anti-frode.

Devi aver effettuato il login per pubblicare un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial